giovedì 17 giugno 2010

COME PULIRE IL FORNO ELETTRICO?

Come pulire il forno elettrico?

Operazione antipatica davvero…ma và fatta.
Non rinunciate ad usare il forno (sia elettrico che a gas è insostituibile per chi ama la buona cucina) solo perché vi deprime il pensiero di come pulirlo.

Ecco modi semplici, economici e non tossici con cui potete effettuare la pulizia del forno senza perdere troppo tempo e rischiare di far danni.

Innanzitutto assicurarsi di staccare la spina del forno dalla presa elettrica.

Se appena spento attenderne il raffreddamento e procedere alla preparazione di una soluzione di acqua tiepida e bicarbonato.
Mescolarla vigorosamente con un cucchiao affinchè si sciolga bene.

Tuffiamo e strizziamo bene un foglio di carta da cucina bianco e pulito nella soluzione di bicarbonato e puliamo la superficie interna del forno insistendo sulle parti eventualmente incrostate.
Non eccedete con l’acqua mi raccomando.
Nelle zone più sporche lasciate riposare e ripassate.
Le serpetine riscaldanti devono essere trattate con cautela e delicatezza.

Se avete una bottiglia spray (non vuoto detergenti vari mi raccomando) potete mettere la soluzione lì e spruzzare delicatamente per più volte in tre ore.

Ripassate con un altro foglio pulito di carta da cucina e asciugate molto bene specialmente il vetro della porta affinchè non restino aloni.

Anche l’aceto bianco forte è utile per pulire il forno elettrico ma è sempre un acido e potrebbe non essere così delicato come il bicarbonato.

Altro modo: cospargere di bicarbonato di sodio il fondo del forno elettrico (20 millimetri di spessore circa) poi lasciarlo riposare a lungo dopo aver inumidito con uno spray leggero di acqua.

Per togliere l’alone di bicarbonato basta inumidire d’aceto un foglio di carta da cucina e passarlo velocemente.

Griglie e leccarde molto sporche ed incrostate vanno messe in un recipiente abbastanza grande (la vasca da bagno alla peggio) in cui metterete una miscela di 4 tazze di aceto di mele e 8 cucchiai di zucchero (scaldate la soluzione per pochi secondi in un pentolino).

Lasciate minimo un’ora e poi risciacquate con abbondante acqua.
Lo sporco e le incrostazioni dovrebbero scivolare via come per incanto.


Un’altra soluzione per forni davvero molto sporchi (se trabocca qualcosa per intenderci) è fare una soluzione di 2 parti di acqua e 8 di ammoniaca.
Tamponare tutta la superficie 2-3 volte e lasciare per 2 ore che l’ammoniaca ammorbidisca lo sporco.
Dopo procedere ad un accuratissimo lavaggio e relativa asciugatura.

Accendere il forno per 10 minuti prima di riutilizzarlo (per eliminare completamente l’odore dell’ammoniaca).

Spero di essere stata utile.

Maria Grazia

EBOOK IN OMAGGIO SE TI ISCRIVI ALLA NEWSLETTER.Se non volete perdervi nessun post di questo blog: iscrivetevi alla newsletter il cui form troverete nella colonna a destra.
Per consigli sulla bellezza e la salute: http://consigliperlabellezzaelasalute.blogspot.com/

Per consigli su come arricchirsi e vivere di rendita: http://soldichelavorano.blogspot.com/

Nessun commento:

VUOI AVERE IL 18% AL MESE DI INTERESSI COME ME?

SE VUOI VEDERE DOVE ABITO

SE VUOI VEDERE DOVE ABITO
SARDEGNA AMORE MIO